Dettagli

Le richieste di soccorso ed evacuazione effettuate da Gabriele D’Angelo nel giorno della tragedia di Rigopiano sarebbero state accolte con colpevole ritardo. E’ questa la posizione dei legali del sindaco di Farindola, Lacchetta, secondo cui l’emergenza sarebbe stata gestita non correttamente dalla Prefettura di Pescara e dal Coc di Penne. La grave mancanza sarebbe poi stata occultata dai Carabinieri.

Categoria:

CRONACA

Lascia un commento

La tua email non sarà pubblicata. Required fields are marked *

*