Caro gasolio, protesta a Roma. Dal Consiglio regionale 300 mila euro per il comparto pesca

0
46

Il Consiglio regionale ha approvato, nella seduta odierna, un incremento di 300 mila euro del Fondo Unico delle politiche della pesca, per l’esercizio 2022, somma destinata all’erogazione di sostegni economici alle imprese operanti nel settore ittico. Lo rendono noto, il presidente del Consiglio regionale, Lorenzo Sospiri, i consiglieri di maggioranza, Testa, D’Incecco, Febbo, Santangelo, Angelosante, unitamente all’assessore al ramo, Emanuele Imprudente. “Una misura di carattere urgente – spiegano gli esponenti di centrodestra – che abbiamo ritenuto necessaria al fine di supportare gli operatori abruzzesi nel fronteggiare l’emergenza economica aggravata dal caro carburanti in essere”.
Intanto stamani manifestazione di protesta delle marinerie a Roma contro il caro gasolio. Una delegazione (presente Francesco Scordella in rappresentanza degli armatori di Pescara) ha incontrato il sottosegretario al Mef Alessandra Sartore, con l’intermediazione del senatore Luciano D’Alfonso. Lo stesso parlamentare del Pd auspica un esame della situazione e una soluzione tempestiva in vista della riunione del 3 giugno tra gli assessorati regionali alla pesca e il ministro Stefano Patuanelli. “Il comparto è al collasso – aggiunge D’Alfonso – e riguarda direttamente circa 30mila addetti, con una filiera di oltre 100mila persone e con un impatto sul settore della distribuzione e della ristorazione di enorme rilievo“