Maltratta moglie e figlia, giovane aquilano ai domiciliari

0
110

Maltrattamenti in famiglia perpetrati nel corso dell’ultimo anno nei confronti della moglie, alla presenza della figlia minorenne, concretizzatisi in vari episodi di offese e continue minacce. Con queste accuse, un giovane aquilano è finito ai domiciliari. Gli agenti della Squadra Mobile della Questura hanno eseguito la misura cautelare emessa dal giudice per le indagini preliminari del Tribunale su richiesta della Procura della Repubblica dell’Aquila. Dopo una denuncia iniziale della vittima il giudice aveva disposto l’allontanamento del marito dalla casa in cui viveva con la famiglia e il divieto di non avvicinarsi alla donna. Nonostante il provvedimento, l’uomo ha continuato a minacciare la vittima violando le prescrizioni della misura cautelare. Pertanto il gip ha emesso immediatamente la più grave misura degli arresti domiciliari. Le forze di Polizia e la Procura lavorano costantemente per salvaguardare l’incolumità di vittime vulnerabili, quali le donne e i minorenni, anche alla luce del considerevole aumento degli episodi di violenza in ambito familiare.