Pescara: nuova aggressione in carcere

0
74

Una nuova aggressione, ai danni di due agenti di polizia penitenziaria, è avvenuta nel carcere di Pescara. A renderlo notto è Donato Capece, segretario generale del Sappe, che nell’esprimere solidarietà al collega, riferisce che “ieri, nel penitenziario pescarese, un Sovrintendente capo ed un Agente scelto sono stati aggrediti da due detenuti, trentenni di Roma, che già nei turni precedenti si erano resi responsabili di minacce e offese nei confronti dei colleghi che vi prestavano servizio”. I due – prosegue Capece – pretendevano che un altro detenuto fosse portato immediatamente al Pronto Soccorso per essere sottoposto a visita dentistica. Capece poi sottolinea che “uno degli autori dell’aggressione aveva già partecipato alla rivolta tenutasi pochi giorni prima nel carcere teramano”, un fatto che secondo Capece evidenzia l’incapacità dei vertici della Amministrazione Penitenziaria di porre rimedio a tali comportamenti.