Col Teramo in D, pronti D’Ercole e Pomante?

0
68
Teramo

È quella del romano Lorenzo Ponzuoli, titolare della Santos Caffè e Affini Srl, sostenuto da una cordata di imprenditori teramani, una proposta ufficiale pervenuta sul tavolo del sindaco Gianguido D’Alberto. Ponzuoli e gli imprenditori teramani hanno costituito la “SSD Città di Teramo”, della quale lo stesso Ponzuoli è presidente. Si è chiuso a mezzanotte il bando del comune di Teramo che vuole individuare un nuovo progetto calcistico per la città e solo nelle prossime ore si capirà se altre cordate hanno inviato la loro proposta (a poche ore dalla scadenza il gruppo Mergiotti propendeva per il no). Ora la palla passa al sindaco D’Alberto, alla commissione presieduta dall’avvocato Gianni Gebbia e, in un’ultima istanza, alla Figc. Tutte le parti dovranno valutare quale progetto (se più di uno) o se il progetto sportivo di Ponzuoli ha la solidità necessaria per poter intraprendere un campionato di Serie D (nel caso la nuova società dovrebbe versare nelle casse federali un contributo a fondo perduto da 300mila euro). E intanto, sempre sul fronte SSD Città di Teramo, trapelano i primi nomi della parte tecnica, in caso di ammissione in Serie D. Per il ruolo di direttore sportivo è in pole position l’ex ds di Francavilla e Notaresco Paolo D’Ercole. Per la panchina, il favorito è l’ex capitano di Pescara e L’Aquila Marco Pomante, il quale ha debuttato in panchina a Pineto, prima guidando la “Juniores”, per poi essere promosso in prima squadra a febbraio 2021 quando prese il posto di Daniele Amaolo, portando la squadra a vincere i playoff. Pomante ha allenato il Pineto un anno esatto, venendo a sua volta avvicendato da Amaolo lo scorso febbraio