Droga, dopo il maxi-sequestro non si ferma l’attività dei CC

0
184

I Carabinieri del Nucleo Operativo e Radiomobile Sezione Operativa della Compagnia di Teramo, hanno tratto in arresto nella flagranza di reato un giovane soggetto del luogo, ritenuto presunto responsabile del reato di detenzione ai fini di spaccio di sostanza stupefacente. Il soggetto, già noto alle Forze di Polizia, è stato sorpreso dai Militari mentre si trovava in “Piazzetta del Sole” dove aveva avvicinato altri giovani. I Carabinieri prontamente sono intervenuti e, a seguito di perquisizione personale, lo hanno trovato in possesso di circa 50g di hashish e di un bilancino di precisione. I militari hanno proceduto ad effettuare una perquisizione presso la sua abitazione e nell’occasione sono state rinvenute due dosi della medesima sostanza stupefacente. Il soggetto, così come disposto dal P.M. di turno alla Procura della Repubblica di Teramo, che coordina le indagini, è stato sottoposto agli arresti domiciliari in attesa di comparire davanti al Giudice del Tribunale di Teramo per l’udienza di convalida. L’odierna attività segue di qualche giorno un ingente sequestro di hashish infatti sempre i Carabinieri del NOR della Compagnia di Teramo nel corso di una attività investigativa, ancora in corso, tendente al contrasto del traffico di sostanze stupefacenti da parte di un gruppo criminale operante nella provincia teramana e in quelle limitrofe, ha effettuato una perquisizione a seguito della quale sono stati recuperati e sequestrati 20 chilogrammi di hashish. La sostanza era stata suddivisa in 200 panetti del peso di 100 grammi cadauno. Lo stupefacente rinvenuto e sequestrato, se immesso sul mercato, avrebbe prodotto un guadagno di oltre 150.000 euro ed era sicuramente destinato ad essere immesso nel mercato locale.