Protesta studenti: “Di scuola e lavoro non si può morire”

0
106

Centinaia di studenti delle scuole superiori teramane si sono ritrovati questa mattina in Piazza Martiri a Teramo per ricordare Lorenzo e Giuseppe, i due ragazzi morti durante il tirocinio scuola-lavoro. I giovani hanno protestato per la cronica mancanza di sicurezza sui luoghi di lavoro e sulla precarietà che dovranno affrontare dopo aver conseguito il diploma.