Si allarga il fronte dei contrari alla gestione della Ruzzo Reti

0
88

Dopo l’approvazione dell’ultimo bilancio della Ruzzo Reti con 21 sindaci su 36 si allarga il fronte dei contrari all’attuale governance dell’azienda acquedottistica teramana. Gianguido D’Alberto parla di una gestione scriteriata dell’ente con debiti in aumento, nuove assunzioni di personale e contemporaneamente esternalizzazione dei servizi. A risentirne i cittadini che pagano una tariffa più alta di quella fissata dal Piano d’Ambito.