Teramo Calcio. Iachini: “Questa la situazione debitoria del club”

0
643

L’attuale socio di minora del Teramo, Franco Iachini, attraverso un comunicato a firma Ismeedia S.r.l., società che a lui fa riferimento e che detiene il 31% del Teramo, ha provato a fare chiarezza sulla situazione debitoria del club biancorosso.

“La società Ismeedia S.r.l., preso atto delle notizie diffuse sia attraverso i social media che da alcune trasmissioni televisive e delle numerose inesattezze ivi riportate, intende fornire le seguenti precisazioni, anche al fine di riportare con fermezza i fatti al vero.
• La Ismeedia S.r.l. ha acquisito, in data 13/06/2019, il 100% delle quote della SS Teramo Calcio dai Sigg. Luciano Campitelli, Ercole Cimini, Mauro Schiappa e Luigi Di Battista., accollandosi una situazione debitoria di oltre € 4,0 milioni di Euro.
• In data 27/10/2021, la Ismeedia S.r.l. e la Edil Green S.p.A. hanno concluso un contratto di cessione di quote della predetta SS Teramo Calcio S.r.l., determinando il prezzo di acquisto della quota di competenza della sottoscritta società, pari al 91% (il 9% era stato, nel frattempo, trasferito all’Ing. Franco Iachini), sulla base dalla seguente formula matematica: (PREZZO BASE + CREDITI – DEBITI) x (moltiplicato) 91 (novantuno) : diviso 100 (cento) .
• Il prezzo Base è stato concordemente stabilito dalle parti quale valore del titolo sportivo.
• I crediti corrispondono a quelli riportati in bilancio al 30/09/2021, nonché a quelli maturati successivamente, tutti dettagliatamente elencati nel documento allegato sub. 4 del contratto
di cessione quote, pari ad € 2.747.163,00.
• I debiti corrispondono a quelli riportati in bilancio al 30/09/2021, dettagliatamente elencati
nell’allegato sub. 3 del contratto di cessione quote, pari ad € 3.598.742,00.
• Dunque, il debito complessivo della SS Teramo Calcio S.r.l. alla data del 30 settembre 2021, e quindi riconducibile alla gestione della Ismeedia S.r.l., è pari ad € 851.579,00 (ottocentocinquantunomilasettecentocinquantanove/00 euro), mentre il maggior debito attualmente esistente è riconducibile, unicamente, alla gestione corrente del campionato ed
alle gestioni che si sono avvicendate dopo la predetta cessione.
Fatte tali doverose precisazioni, la Ismeedia S.r.l. diffida chiunque dal continuare a ledere l’immagine
della società e dei suoi Soci, riservandosi, se del caso, di tutelare i propri diritti nelle opportune sedi.”

Il comunicato della Issmedia S.r.l.