Teramo, il club biancorosso va al Consiglio di Stato

0
147

Dopo la bocciatura del Tar di ieri che l’ha escluso dal prossimo campionato di Lega Pro, il Teramo prova ancora la strada della giustizia amministrativa. Il club biancorosso, infatti, ha deciso di inoltrare ricorso al Consiglio di Stato. Nel tardo pomeriggio indetta l’assemblea dei soci e poi una video conferenza per spiegare le linee future dal punto di vista giudiziario.

Intanto il Comune ha dato il via al bando per la manifestazione di interesse da parte di società sportive per l’iscrizione della squadra di calcio al campionato di Serie D o Eccellenza regionale per la stagione sportiva 2022/2023

La società sportiva candidata per la partecipazione al campionato di serie
D / Eccellenza Regionale, stagione sportiva 2022/2023, dovrà presentare alla FIGC:
a) composizione della compagine sociale con indicazione dei soci, dei soggetti aventi
responsabilità gestionale, delle risorse economiche disponibili e/o degli indicatori di solidità
economico/finanziaria;
b) richiesta di ammissione al campionato di competenza (serie D / Eccellenza Regionale);
c) se non ancora affiliata, istanza di affiliazione alla FIGC, ai sensi dall’art. 52, comma 10, delle
Copia informatica – CITTÀ DI TERAMO – partenza – Prot. 51809/PROT del 04/08/2022 – titolo II – classe 01
NOIF, presso il Comitato Regionale Abruzzo della LND;
d) Business Plan triennale, attestante la sussistenza dei requisiti organizzativi, patrimoniali e
finanziari per partecipare al campionato di competenza (serie D / Eccellenza Regionale);
e) dichiarazione di impegno a osservare tutte le prescrizioni per l’iscrizione al campionato di
competenza (serie D / Eccellenza Regionale);
f) impegno a provvedere al deposito presso la FIGC della quota di contributo straordinario
indicata dalla stessa Federazione ex art.52,comma 10, delle NOIF.
Tutto ciò considerato, con il presente avviso la CITTÀ di TERAMO intende acquisire
manifestazioni di interesse da parte di soggetti candidabili.

Alla dichiarazione di manifestazione di interesse suddetta dovranno essere allegati:

  1. tutte le istanze, dichiarazioni e il Business Plan, di cui ai punti sopraindicati a) b) c), d)
    ed e), già predisposti;
  2. la dichiarazione di impegno al deposito presso la FIGC della quota di contributo
    straordinario indicata dalla stessa Federazione ex art.52,comma 10, delle NOIF;
  3. un progetto sportivo che indichi con chiarezza anche:
    i) le modalità di investimento e promozione del calcio giovanile, l’attenzione per quello femminile
    e l’impatto sociale sul territorio,
    ii) ogni altra ulteriore informazione ritenuta utile ai fini della valutazione della solidità finanziaria
    e della comprovata esperienza nel campo sportivo.
    È facoltà dell’ente ammettere a partecipare alla procedura esplorativa anche società sportive
    costituende. In tal caso la manifestazione di interesse dovrà essere sottoscritta da tutti i soci e
    contenere l’impegno a costituire la società nei termini previsti dalle procedure di ammissione al
    Copia informatica – CITTÀ DI TERAMO – partenza – Prot. 51809/PROT del 04/08/2022 – titolo II – classe 01
    campionato e dalle norme federali vigenti.
    È facoltà dell’ente procedere alla richiesta di integrazioni documentali, compatibilmente con i termini
    di conclusione del procedimento e, se ritenuto necessario, prorogare i termini stessi del presente
    avviso.
    Previa istruttoria della documentazione pervenuta alle richieste del presente avviso,
    l’Amministrazione Comunale, in persona del Sindaco, legale rappresentante p.t. dell’Ente, sulla
    base di un giudizio insindacabile e a carattere fiduciario, correlato ad elementi di gradimento del
    progetto complessivo presentato e di serietà/ affidabilità/ onorabilità della società proponente,
    individuerà il soggetto da accreditare alla FIGC per il prosieguo della procedura in parola, restando
    fermo e precisato che in ogni caso l’ammissione spetterà esclusivamente alla FIGC.
    Fermo restando il carattere fiduciario ed insindacabile della decisione in capo al Sindaco, per la
    particolare delicatezza della circostanza, lo stesso potrà farsi supportare da personalità di alto profilo
    oppure demandare ad una apposita Commissione la valutazione delle proposte ricevute, verificandone
    la completezza e l’adeguatezza, ai fini dell’accreditamento della società presso la Federazione Italiana
    Giuoco Calcio.
    Si precisa inoltre che costituiranno criteri di valutazione del progetto anche:
    a) l’impatto socio-economico sul territorio;
    b) i programmi di sviluppo del calcio giovanile;
    c) i programmi di sviluppo del calcio femminile;
    d) i programmi di inclusione e sostegno dei soggetti deboli.
    La partecipazione alla presente procedura presuppone la consapevolezza, da parte dei soggetti
    proponenti, che l’ammissione ai rispettivi campionati di riferimento di cui alle istanze presentate è
    rimessa alle decisioni della FIGC e non comporta l’insorgere di qualsivoglia diritto nei confronti del
    Comune di Teramo e della stessa FIGC.